Posta in posizione strategica tra diversi punti di interesse di Viterbo, Piazza della Repubblica si presenta come il posto giusto per fare una pausa, attardarsi di fronte a una vetrina o concedersi un po’ di ristoro durante la visita della città di Viterbo. 

La piazza, infatti, si pone come naturale slargo nel contesto dell’elegante boulevard al centro di Viterbo, Via Marconi: lungo questo bel viale alberato si alternano boutique, caffetterie e bistrot, e rappresenta una gradevole passeggiata tra piazza Giuseppe Verdi, dove spicca il bel teatro ottocentesco, e piazza Martiri d’Ungheria, comunemente chiamata “Piazza del Sacrario”, dove prendono spesso luogo mercatini tipici. 

Il monumento dei facchini in Piazza della Repubblica

Piazza della Repubblica è anche un tipico luogo di ritrovo per i giovani di Viterbo, e potrete vedere spesso gli adolescenti attardarsi sulle panchine della piazza o sui gradini del monumento che vi campeggia. 

Si tratta di una caratteristica statua che riproduce con forme stilizzate e gusto contemporaneo il celebre trasporto della macchina di Santa Rosa: in onore di questa santa viterbese, infatti, la sera del 3 settembre viene portata in processione per le vie di Viterbo la cosiddetta “Macchina”, una torre alta 28 metri e pesante circa 50 quintali. 

Questo spettacolare tripudio di luci e decorazioni è trasportato a spalla da 100 uomini, dalla caratteristica divisa bianca e rossa, denominati “facchini di Santa Rosa”: proprio a loro è intitolato il monumento che troneggia in Piazza della Repubblica. 

Essere un facchino è un grande onore per i cittadini viterbesi: esiste un apposito Sodalizio dei Facchini di Santa Rosa, e per accedere a questo ruolo si devono superare delle dure selezioni. 

Una curiosità è che esistono anche i mini – facchini: alcuni quartieri infatti organizzano delle riproduzioni in scala ridotta della macchina, e gli addetti al trasporto sono proprio i bambini del rione.