Piazza delle Erbe

Home | Esperienze | Luoghi | Piazza delle Erbe

Descrizione

Cuore pulsante della vita viterbese, Piazza delle Erbe è solo l’ultimo di una lunga lista di nomi con cui nel tempo questo luogo è stato conosciuto.

Inizialmente, infatti, ebbe nome “Piazza di Santo Stefano” per via della omonima chiesa che vi si affacciava: l’edificio, tuttavia, andò distrutto nei terremoti del 1349 e del 1655. Già nel 1496, però, la piazza aveva cambiato nome: dopo i rinnovamenti introdotti dal papa Alessandro IV, infatti, fu ribattezzata “Platea Nova Alessandrina”.

Nell’Ottocento, poi, la piazza alternò una serie di nomi: prima delle Erbe, per via del mercato di ortaggi che vi si teneva, poi Piazza di Vittorio Emanuele, dei Leoni e infine di nuovo Piazza delle Erbe, come è attualmente conosciuta a Viterbo.

I palazzi di Piazza delle Erbe a Viterbo

La posizione centrale della piazza ha fatto sì che ospitasse nel tempo diversi importanti edifici. Un esempio è Palazzo Gatti, XIV secolo, appartenente a una delle famiglie più antiche e di spicco della storia viterbese.  

Di poco posteriore è invece la Casa della Pace, che grazie all’iscrizione su un architrave può essere fatta risalire al 15 gennaio 1503, quindi sempre sotto il papato di Alessandro IV.  

Una menzione va fatta anche all’Albergo degli Angeli, che ebbe sede in questa piazza nell’Ottocento, e ospitò personaggi del calibro del re di Napoli e la regina di Inghilterra.

La Fontana dei Leoni

Protagonista di Piazza delle Erbe, tuttavia, è la sua splendida fontana dei Leoni, nota anche come Fontana delle Erbe o di Santo Stefano. Una prima fontana era stata probabilmente già prevista dalla riprogettazione della piazza voluta da Alessandro IV: in ogni caso, quella attuale fu costruita tra il 1621 e il 1625, su disegno di Filippo Caparozzi.

Le decorazioni riportano due teste di leone e gli stemmi della città, del governatore della città Odoardo Cybo e del Legato al Patrimonio Odoardo Farnese. Un ulteriore restauro si ebbe nel 1877, con l’introduzione di una ringhiera metallica e la sostituzione dei leoni con una copia in marmo.  

Galleria

Attività Commerciali Vicine

Scopri tutte le attività

Rimani Aggiornato

Iscriviti alla nostra newsletter e scopri le novità di Viterbo Medievale