Piazza della Morte

Home | Esperienze | Luoghi | Piazza della Morte

Descrizione

Piazza della Morte è uno dei posti più belli e meritevoli di visita della città di Viterbo.  L’unicità inizia già dal nome: la piazza infatti non ha omonime, ed è quindi l’unica in Italia a chiamarsi così. A dispetto di quanto si potrebbe pensare, l’origine del nome non è da ricercarsi in sanguinose esecuzioni di piazza o altre oscure tradizioni popolari: prende anzi piede dopo che, nel 1500, nella chiesa attigua alla piazza si stabilì la Confraternita dell’Orazione e della Morte.

Il nobile scopo di questo ordine religioso era celebrare le esequie funebri per i defunti delle famiglie del contado, spesso troppo povere per dare degna sepoltura ai loro morti, che venivano quindi abbandonati nei campi.

La fontana di Piazza della Morte

Protagonista della piazza è la bella Fontana della Morte, che a dispetto del nome è una graziosa fontana con vasca circolare e fusto “a fuso”, arricchito con decorazioni vegetali.

La fontana è originaria della metà del 1200, e ne sostituisce probabilmente una ancora più antica: presenta elementi tipici viterbesi, come le teste leonine da cui sgorga l’acqua, mentre il fuso termina con una corona decorativa e una pigna, simbolo classico per la sepoltura e che la cristianità interpreta come redenzione. Inizialmente, aveva nome “Fontana di San Tommaso” in quanto apparteneva alla vicina chiesa, così chiamata.

Con l’insediamento della Confraternita dell’Orazione e della Morte, anche la fontana, così come la piazza, cambiò nome ed assunse questo con cui è rimasta nota anche oggi.

Nei pressi di Piazza della Morte

Piazza della Morte è oggi più viva che mai, ed è anzi uno dei ritrovi della movida viterbese soprattutto in estate o durante i numerosi festival cittadini.

Si trova infatti in pieno centro storico: da essa dipartono numerose vie e vicoli d’interesse storico, come via del Duomo che conduce alla splendida Piazza di San Lorenzo, o via Cardinal La Fontaine, con la quale raggiungere Piazza San Carluccio e quindi il quartiere di San Pellegrino.

La piazza è decorata, oltre che dalla fontana, da numerosi alberi e localini chic, in cui sedersi ad assaporare specialità della cucina viterbese e non, oppure prendersi un drink da sorseggiare comodamente seduti sulle panchine della piazza, dalla naturale forma di salotto.

A Piazza della Morte, inoltre, è possibile scendere nella Viterbo Sotterranea: una suggestiva visita dei cunicoli nel sottosuolo di Viterbo resi da poco accessibili al pubblico, arricchita dalla degustazione di prodotti tipici.

Galleria

Attività Commerciali Vicine

Scopri tutte le attività

Rimani Aggiornato

Iscriviti alla nostra newsletter e scopri le novità di Viterbo Medievale